Tu sei qui

Al via HERMES: il progetto internazionale a beneficio di ricercatori, studenti e bibliotecari coordinato dalla biblioteca del CNR di Bologna

Ven, 18/06/2021 - 18:14
General
HERMES logo

Quale effetto collaterale dell’emergenza pandemica è emersa ancora di più la necessità di creare connessioni tra le biblioteche per facilitare l’accesso globale alla conoscenza.
Come prima risposta all’emergenza, un gruppo di bibliotecari sotto l’egida dell’IFLA ha creato nell’aprile 2020 “Resource Sharing during COVID-19” (RSCVD).

L’iniziativa RSCVD è il primo esperimento di condivisione digitale internazionale gratuita delle risorse bibliografiche, basato sul contributo volontario di un centinaio di bibliotecari in tutto il mondo, che hanno condiviso -entro i limiti consentiti- i documenti delle loro biblioteche con la comunità accademica mondiale.

Sulla scia della felice esperienza di RSCVD è nato il progetto HERMES Strengthening digital resource sharing during COVID and beyond, finanziato nell’ambito del Programma Erasmus Plus e realizzato da un partenariato internazionale composto, oltre al CNR, da tre università dell’area mediterranea - Università di Balamand (Libano), Università della Cantabria (Spagna), Università MEF (Turchia) – e la federazione internazionale delle biblioteche e degli archivi International Federation of Library Associations and Institutions (IFLA).

Hermes partnerNel 2020 a causa della situazione COVID-19 la comunità scientifica ha dovuto affrontare anche svariate problematiche: inaccessibilità e mancata digitalizzazione delle collezioni fisiche, incompletezza dei cataloghi, assenza di informazioni sulla disponibilità di risorse elettroniche ed e-book, limitazioni nella consegna dei documenti digitali agli utenti, inadeguate competenze nella ricerca e nel recupero di documenti digitali.
La sfida emergenziale ha costretto le biblioteche accademiche e non solo a cambiare completamente prospettiva spostandosi sul Web con la necessità di riorganizzare la gestione e la fruizione/condivisione dei patrimoni documentari digitali.

Il progetto HERMES, nato con lo scopo di approfondire tematiche cruciali, di fornire documentazione e formazione per facilitare il lavoro di moltissimi bibliotecari nel mondo, è stato avviato a maggio 2021 e durerà 18 mesi.

Tutti i partner ed i soggetti coinvolti nel progetto lavoreranno per lo più a distanza con il duplice obiettivo di migliorare gli strumenti di resource sharing che le biblioteche già utilizzano globalmente, rendendoli più uniformi, standardizzati e di facile utilizzo, e al contempo di formare gli addetti ai lavori su questioni affini al grande tema dell’accesso alle conoscenze.

HERMES produrrà un software open source, materiali didattici rigorosamente open e corsi di formazione gratuiti per bibliotecari, studenti universitari e ricercatori al fine di fornire un accesso di alta qualità, rapido e gratuito alla conoscenza attraverso lo sviluppo di competenze specifiche sul tema condivisione delle risorse digitali.

E’ possibile seguire gli sviluppi di questo ambizioso progetto sui canali social della Biblioteca CNR di Bologna https://linktr.ee/bibliocnrbo e sul sito web del progetto https://www.hermes-eplus.eu/

 

Share